Come combattere il mal d’altitudine?

Ti è mai capitato di provare quella fastidiosa sensazione di stanchezza, respiro corto e mal di testa mentre facevi un trekking in montagna? Bene.. si trattava di mal d’altitudine anche detto Mal di Montagna.

A me è successo girovagando per le isole del Lago Titicaca in Bolivia a 3800m.

Ho avuto due giorni diciamo.. faticosi ma sono sopravvissuto

Che cos’è esattamente il mal d’altitudine? E perchè ne soffriamo? Ma soprattutto ..come lo evitiamo e/o curiamo?

Alla fine di questo articolo saprai come prevenire il Mal d’altitudine, o almeno limitarlo, e saprai riconoscere le sue cause e sintomi principali.

Per capire bene di cosa stiamo parlando dobbiamo vedere insieme:

  • l’importanza di acclimatarsi e come farlo nella maniera corretta
  • Quali sono le cause che portano il mal di montagna
  • Quali sono i sintomi e come combatterli
  • Rimedi naturali e medicinali per aiutarti a prevenire e sconfiggere il mal di montagna

Sei pronto? Iniziamo

le cause del mal d'altitudine

 

Mal d’altitudine: Le Cause 

Il mal di montagna si può presentare già da 2000m, alcune persone però non ne soffrono prima dei 4500/5000m. Dipende dalla suscettibilità individuale.

Le cause principali sono 3 e NON dipendono dalle stagioni (come molti erroneamente credono):

  • Diminuzione della pressione atmosferica
  • Ridotta concentrazione di ossigeno nell’aria
  • Diminuzione del livello di ossigeno nel sangue

Queste cause comportano l’insorgere di diversi sintomi quali:

  • Mal di testa
  • Nausea
  • Stanchezza elevata
  • Insonnia
  • Sensazione di fatica
  • Tosse e difficoltà respiratoria
  • Difficoltà nei movimenti

Il mal d’altitudine non va preso sotto gamba perciò fai attenzione a questi richiami del corpo e agisci prontamente per evitare rischi più seri.

i rischi del mal di montagna

 

 

Quali sono i rischi 

Un pesante mal di montagna può essere molto pericoloso e porta all’ edema cerebrale d’alta quota che può portare anche alla morte (nei casi più estemi).

Per questo devi saper riconoscere il mal di montagna.

Adesso che hai capito quali sono le cause, conosci i sintomi a cui prestare attenzione e i rischi collegati ti starai chiedendo;

..ok non andrò mai più in montagna, non voglio star male!

No. Ci puoi andare tranquillamente, basta essere consapevoli e preparati alle situazioni.

Adesso vediamo insieme come affrontare e prevenire il mal di montagna.

 

L’importanza di acclimatarsi per evitare il mal d’altitudine 

Parola chiave; Acclimatarsi… A tutti i costi!

Non devi andare troppo in alto e troppo in fretta. Ci vuole pazienza e movimenti rallentati.

Per acclimatarsi correttamente bisogna stanziarsi a un altitudine di 2500m circa e ogni giorno effettuare delle gite a quote maggiori (3500m, 4000m).

Per poi tornare a dormire ai 2500m il primo giorno e continuare a salire seguendo questo approccio.

Ad esempio il terzo giorno dormirai a 3500m e durante la giornata andrai ai 4500m, 5000m.

Cosi facendo si aiuta l’organismo ad abituarsi gradualmente al cambio delle condizioni ambientali (minor ossigeno e minor pressione man mano che si sale.

 

riposare bene prima di andare in montagna

 

Prevenire il mal d’altitudine 

Come detto la regola base è salire gradualmente e lentamente, in una sola parola…acclimatarsi.

Devi sempre mantenerti idratato bevendo tantissima acqua. Cerca di evitare il caffè e gli alcolici che disidratano il corpo.

Cerca di ascoltare il tuo corpo. Il respiro e il battito cardiaco. Con la riduzione dell’ossigeno nel sangue il tuo corpo accelererà i battiti e il respiro per pompare compensarne la mancanza.

Cerca di mantenere i battiti bassi riducendo l’andatura e fermandoti a riposare spesso.

A volte purtroppo tutto questo non basta e il nostro fisico mostra sintomi.

Ok.. ho fatto tutto quello che mi hai detto ma non mi sento bene… ora che faccio?

Lo so che stai pensando questo! Ma tranquillo, è normale soffrire un pò di questo disturbo.

A prima di vedere come si combattono i sintomi del mal di altitudine vediamo come classificarlo. Infatti in base alla portata dei sintomi ci sono diversi rimedi.

viaggio avvenura

 

Riconoscere e classificare il Mal di Montagna 

Devi cercare di dare un valore al tuo mal di altitudine. Solo cosi puoi mettere in atto le contromosse adatte.

Considera una scala da 1 a 10 e dai un valore ad ogni sintomo principale;

  • Nausea (3)
  • Mal di testa che resiste agli antidolorifici (5)
  • Vomito (4)
  • Insonnia (2)
  • Senso di stanchezza (6)
  • Vertigine (2)
  • Inappetenza (4)
  • Difficoltà nei movimenti (3)

Fai una media indicativa di questi valori per dare un valore al tuo mal di montagna.

Se il punteggio medio è tra 1 e 3 stai soffrendo di un mal di altitudine leggero. Puoi stare tranquillo

Con un punteggio medio tra 4 e 6 stai soffrendo di un mal di altitudine moderato. Devi fermarti e bloccare l’ascesa finchè non starai meglio.

Se il punteggio medio è superiore a 6 stai soffrendo di un mal di altitudine grave. Devi scendere subito a quote più basse.

Ora che hai capito come classificare il mal di montagna vediamo che azioni pratiche devi fare per combattere i sintomi.

medicine per viaggio

 

Combattere i sintomi del Mal di montagna 

Come sempre la prima azione è la prevenzione. Bere tantissimo, evitare alcolici, mangiare leggeri e dormire tanto per presentarsi in buona forma all’arrivo in alta montagna.

Ovviamente sono indicazioni da seguire non solo prima di salire ma anche in montagna.

I boliviani riassumono cosi questi divieti: comer poquito, beber matecito (thè di coca) y.. dormir solito

In caso di sintomi medi può essere di aiuto prendere antidolorifici/analgesici comuni come l’Oki.

Esistono anche delle pasticche apposite contro il mal di altitudine da prendere nelle farmacie locali. In sud america si chiama Sorochi Pill, o pillole a base di acetazolamide, Meglio prenderle con prescrizione medica anche se molte volte non è richiesta!

Se i sintomi sono intensi si devono fare due cose:

  • Scendere il più in basso possibile
  • Somministrare ossigeno per ossigenare il corpo

Al rientro in quota “normale” i sintomi tendono a passare entro poco tempo e con una buona dormita.

consigli di viaggio 

 

Consigli extra quando si pianifica un viaggio in zone montagnose 

Quando organizzi il viaggio considera che hai bisogno di tempo per abituarti al nuovo ambiente.

Arriva qualche giorno in anticipo e passalo ad esplorare la zona abituandoti a dormire e passeggiare in quota.

Abituati al ritmo lento della montagna.

Il tempo ideale per noi è arrivare 3 giorni prima massimo 2 ma non arrivare mail all’ultimo momento!

Bene ..

Ora che hai capito cos’è e come affrontare il mal di altitudine niente e nessuno ti può fermare 😊

Sei pronto per la conquista delle Himalaya!

Personaggio giocattolo in stile escursionista

Consigli di Viaggio preparati per te

Qui trovi, preparati per te, altri articoli che ti aiuteranno a diventare un viaggiatore…Buona lettura 😊

Come organizzare un Viaggio Fai da Te? La guida completa

Come viaggiare in sicurezza? 12 consigli prima di partire

Come superare la paura di viaggiare? I metodi migliori

 

Conclusione

Ricordati di lasciarci un commento nel Box dei commenti per farci sapere se questo articolo ti è stato utile!

Scrivici le tue esperienze e come hai affrontato e sconfitto il mal di montagna 😉 vogliamo sentire la tua storia!

 

La community di Diventa un Viaggiatore è qui per aiutarti ad aggiungere all’interno del tuo schema di vita la parola viaggiare.

Infatti viaggiare, che sia il tuo obiettivo di vita principale o che sia un tuo obiettivo secondario, è una delle cose più belle e stimolanti che possiamo fare nella nostra vita.

Ed il primo passo verso la realizzazione di questo grande obiettivo è quello di scaricare la guida 100% gratuita che ti insegna i 7 Step per realizzare il viaggio dei tuoi sogni spendendo poco e trovando il coraggio di farlo senza paura.

SCARICALA ADESSO non perdere altro tempo 😉

Travel_Jam è nato dalla voglia di condividere i nostri viaggi e avventure e questa nostra passione nasce fin da bambini.Giulia sognava di fare l’astronauta e di poter visitare tutto il mondo in sole 24 ore...ogni giorno.Thomas è appassionato di storia e ama i romanzi di avventura e le gesta eroiche dei pionieri del passato.Cosa hanno in comune queste due passioni? la Libertà e la curiosità per tutto ciò che è “strano”, “diverso” (ha senso questa parola..? forse no) per tutto ciò che è “al di là”.Fare parte di questa community per noi vuol dire ispirare, aiutare e condividere con altre persone le nostre passioni per la scoperta, l’avventura e la preservazione di delle culture e paesaggi che abitano la terra.Abbiamo vissuto in Sud America e in Australia e da allora non possiamo più fare a meno di spostarci.Siamo convinti che realizzeremo i nostri sogni di vivere liberi e viaggiatori. E vogliamo che anche tu possa fare lo stesso!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui