Cosa vedere a Nemi e cosa puoi fare nei suoi dintorni

Se stai programmando un viaggio nei Castelli Romani, o vuoi semplicemente riscoprire il tuo territorio, allora non devi perderti i miei consigli su Cosa vedere a Nemi e cosa fare nei dintorni.

Stupendo comune in provincia di Roma, è il più piccolo dei Castelli Romani; incastonato al centro dei Colli Albani, vanta una posizione panoramica sul Lago vulcanico omonimo.

Famosa per la sagra dedicata alle fragoline di bosco che crescono nel suo territorio, sito nel Parco Regionale dei Castelli Romani e che è stato proposto come patrimonio UNESCO.

Inoltre Nemi si è aggiudicata la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano per la qualità dell’accoglienza ed del soggiorno del turista.

È anche famosa per il ritrovamento nelle acque del Lago di Nemi, di due navi romane celebrative dell’imperatore Caligola.

 

Cosa vedere a Nemi

Vista sul Lago contornato da monti ed alberi in primo piano

Nemi è una meta per tutti: viaggiatori incalliti e famiglie; e adatta in tutte le occasioni: week-end o gite fuori porta.

Meta romantica, ma anche ricca di storia e curiosità.

Eccoti la lista delle cose da vedere a Nemi.

 

Cosa vedere a Nemi: Piazza Roma

Vista dalla terrazza panoramica del paese di Nemi da lontanoPer arrivare a Nemi puoi percorrere due strade: la Via dei Laghi, oppure Via Nemorense, ma entrambe ti porteranno a Piazza Roma.

Qui troverai parcheggi per auto e moto, le fermate dei bus, ma soprattutto una bellissima terrazza con vista panoramica.

Oltre il lago e i boschi circostanti, da questo punto avrai una visione del paese da una prospettiva diversa.

Da questa piazza, non ti resta che addentrarti per Corso Vittorio Emanuele, che ti condurrà nel cuore del paese, passando attraverso numerosi negozi, botteghe, artigiani, ristoranti e bar dove potrai darti a un po’ di shopping.

Bottega con appesi salumi tipici della tradizione del Lazio

 

Piazza Umberto I

È la piazza principale di Nemi. Affacciati dalla terrazza panoramica che da sul Lago e i suoi boschi.

Anche qui vi sono numerose botteghe che vendono cibo tipico del luogo di ogni genere (dolce e salato). Lasciati tentare dalle prelibatezze locali.

In questa piazza troverai il Palazzo Ruspoli.

 

Palazzo Ruspoli a Nemi

In origine castello medievale, era l’unico accesso a borgo fortificato, ed era costituito da un bastione e tre torri (oggi ne rimane solo una).

Nel 1572 fu trasformato da castello a palazzo, dopo la cessione alla famiglia Frangipane, che scelse di aprire il borgo verso “l’esterno” spostando la chiesa al di fuori delle mura fortificate ed ampliandole.

 

Fontana della Medusa

Fontana a vasca a muro che raffigura la testa di Medusa con due rubinetti

Realizzata solo nel 2008 dall’artista Mastrolorenzi, rappresenta il famoso volto della mitologia: Medusa, colei che aveva serpenti al posto dei capelli.

Questa scultura prende spunto dalle travi delle due navi dell’Imperatore Caligola e che furono ritrovate nel lago nemorense tra il 1928 e il 1932.

Sotto all’imponente viso e tra i due rubinetti dove sgorga l’acqua, trovi una targa con caratteri runici che riporta alle origini e alle leggende di Nemi.

Mi raccomando, non guardarla negli occhi, altrimenti diventerai una statua di pietra.

 

Terrazza degli Innamorati a Nemi

Vista a 180 gradi sul Lago di Nemi

Questa terrazza è una tappa imperdibile sulle cose da vedere a Nemi.

Si trova al di fuori delle mura fortificate, quasi all’inizio di un percorso archeologico in lieve discesa che costeggia le pendici del colle vulcanico dove è situata Nemi.

La passeggiata che ti attende per arrivare è facilissima ed aiutata da grandi scaloni lunghi e piatti.

Per tutto il percorso (5/10 minuti circa) non perderai mai di vista il bellissimo lago che sarà sempre alla tua destra.

Una volta arrivati alla terrazza, invece, il lago si mostrerà davanti ai tuoi occhi in tutta la sua bellezza regalandoti una vista a 180 gradi.

Fai una sosta al punto ristoro e goditi la magnifica vista.

Targa della Terrazza degli innamorati a Nemi

Cosa vedere a Nemi: il Lago 

Ovviamente, nella lista su cosa vedere a Nemi non puoi perderti proprio il lago di Nemi.

Oltre ad osservarlo dall’alto da ogni prospettiva, grazie alle numerose terrazze panoramiche, cogli l’occasione di osservarlo dalle sue rive.

Potrai raggiungerlo o scendendo in automobile, oppure dal paese continuando il percorso iniziato scendendo per la Terrazza degli innamorati.

Da qui prosegui sul “sentiero del Tempio di Diana” che in un paio di km in discesa ti condurrà al lago attraversando l’area archeologica.

Inoltre il lago è balneabile, perciò se la stagione è quella giusta, non perdere l’occasione di fare un tuffo.

 

Tempio di Diana Aricina

Che i romani abbiano vissuto qui non è un mistero, infatti altro luogo imperdibile sono i resti del Tempio di Diana nemorense.

È un enorme complesso monumentale di cui oggi possiamo osservare solo i nicchioni.

Frequentato fin dai tempi tardo-imperiali, il tempio fu abbandonato in epoca cristiana e la vegetazione prese il sopravvento sulle rovine.

I primi rinvenimenti sono datati intorno al 1550, numerose sono le opere archeologiche, ma ad oggi, purtroppo, ancora non tutti i resti sono stati scoperti.

Rovine in pietra tra le erbe di prato dei nicchioni del tempio romano di Diana

 

Museo delle Navi Romane di Nemi

Modellino di Nave romana in un museo

Situato sulla riva settentrionale del lago di Nemi è stato costruito per ospitare appunto i resti di due navi romane dell’imperatore Caligola rinvenute sul fondo del lago.

Lunghe 70 metri e larghe 25, furono volute per venerare le dee Iside e Diana.

Queste navi venivano utilizzate da Caligola come custodi di tesori e sfarzi vari, ma anche per i suoi soggiorni sul lago, oppure dare vita a battaglie navali.

Alla sua morte vennero distrutte e rimasero in fondo al lago fino agli anni ’30 circa.

Al rinvenimento fu costruito il museo che le ospitò fino al 1944, dove, purtroppo, un incendio doloso le distrusse.

Oggi nel museo potrai comunque osservarne i resti.

 

Quanto costa visitare Nemi

Visitare Nemi non è estremamente dispendioso.

Il borgo non è eccessivamente grande, potrai girare tutto a piedi e le attrazioni sono per la maggiore gratuite.

Se sceglierai di raggiungerla con un tuo mezzo, dovrai però mettere in conto i prezzi e la scarsa disponibilità dei parcheggi.

Allo stesso modo, essendo un piccolo borgo la presenza di hotel e b&b è ridotta, quindi i prezzi per soggiornare in centro potrebbero essere più alti. All’occorrenza sarebbe opportuno scegliere un alloggio poco fuori il centro.

 

Come raggiungere Nemi

Il modo migliore per raggiungere Nemi è sicuramente l‘automobile, anche se dovrai mettere in conto la poca disponibilità ed i costi dei parcheggi (tutti a pagamento su strisce blu).

Potrai comunque raggiungere Nemi servendoti degli autobus Cotral che collegano tutto il Lazio.

 

Periodo migliore per visitare Nemi

Strada addobbata a festa con fiori e bandiera Italiana

Il periodo migliore è la prima Domenica di Giugno, perché avviene la famosa sagra delle fragoline di bosco di Nemi che attira ogni anno numerosi turisti da tutta Italia e non solo.

Tutto il paese viene addobbato a festa, dove potrai assistere a numerose sfilate in costume delle “fragolare” (ragazze con abiti tipici), inoltre troverai vari eventi che sapranno intrattenerti tutto il giorno facendoti sentire parte di una tradizione di altri tempi.

Il clima in quel periodo è estremamente piacevole: trovandoci in altura l’aria estiva è meno afosa che in città, quindi potrai goderti le passeggiate tra le vie del borgo senza soffrire troppo.

Nulla toglie che potrai visitare questo paese in qualsiasi periodo dell’anno, dove troverai sempre negozi e botteghe pronti ad attenderti con tutte le loro bontà.

 

Sfilata in costume da Fragolare - Festa Nemi

 

Cosa mangiare a Nemi

Crostatina artigianale di crema e fragoline di bosco di Nemi

Non puoi assolutamente perderti le fragoline di Nemi: piccole e succosissime.

Vengono utilizzate principalmente per dolci come crostatine e torte varie, ma anche per liquori.

Inoltre, e

ssendo circondata da boschi, Nemi ha nella sua tradizione una cucina ricca di selvaggina, ma anche di verdure e funghi.

Quindi assaggia anche le pappardelle al sugo di cinghiale o capriolo, o le fettuccine ai funghi porcini.

 

Quanto tempo dedicare alla visita di Nemi

La visita al borgo di Nemi è fattibile in giornata.

Tutti i luoghi da vedere sono molto vicini tra loro e quasi tutti all’interno del paese, ad esclusione del lago, il museo delle navi e il tempio di Diana che sono ai piedi del monte vulcanico.

Se, invece decidi di fare anche una sosta balneabile al lago, sicuramente hai bisogno di più tempo per goderti a pieno la pace di questo luogo.

È quindi luogo ideale sia per una gita fuoriporta in giornata, ma anche per passare un week end di relax.

 

Cosa vedere a Nemi: i dintorni

I Castelli Romani offrono possibilità infinte di visite, soprattutto nei dintorni di Nemi.

Ti consiglio anche il Lago di Castel Gandolfo, Marino, oppure spingendoci un po’ più in la famosa Frascati.

 

Cosa vedere a Nemi: Itinerario consigliato

L’itinerario consigliato è già nelle tue mani!

Se rileggi la lista sulle cose da vedere a Nemi trovi già per ordine di apparizione i luoghi consigliati.

 

Conclusioni su cosa vedere a Nemi

Allora ti è venuta voglia di visitare la fantastica Nemi? Spero di averti convinto!

Oppure hai domande o consigli da darci? Scrivici pure nei commenti.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo, scopri altri itinerari di viaggio in Italia come:

Cosa fare a Cerveteri e quali sono i luoghi da vedere

Cosa vedere ad Assisi e cosa fare nei dintorni

 

Ma aspetta!! Prima di andare voglio farti un regalo: scarica la lezione 100% gratis sugli 8 trucchi che ti consentiranno di viaggiare a costo zero!

Inoltre per rimanere sempre aggiornati

Iscriviti alla pagina Facebook Diventa un Viaggiatore

Oppure al canale Youtube

Instagram

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui