Cosa vedere ad Assisi e cosa fare nei dintorni

Se stai programmando un viaggio in Umbria ti saranno certamente utili i miei consigli su cosa vedere ad Assisi e cosa fare nei dintorni.

Questo bellissimo borgo medievale si erge su una collina che si affaccia sulla campagna umbra e regala una vista da mozzare il fiato, soprattutto in estate quando i campi di girasole colorano il paesaggio.

La città è il luogo in cui San Francesco visse e fondò l’ordine dei Francescani, diffondendo uno stile di vita basato sulla rinuncia dei beni materiali in favore di valori quali l’umiltà e l’amore.

Ogni anno migliaia di pellegrini percorrono ancora i cammini francescani, facendo tappa anche nella città dedicata al Santo.

 

Cosa vedere ad Assisi e dintorni 

Assisi non è solo una città di pellegrinaggio per i cattolici, è una meta adatta a qualsiasi viaggiatore, tanto da essere stata inserita nel 2000 nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Se ti stai chiedendo cosa vedere ad Assisi, eccoti di seguito qualche suggerimento!

 

 La Basilica di San Francesco

Cosa vedere ad Assisi: Basilica di San Francesco

In contrapposizione alle volontà del Santo di vivere in povertà, in suo onore fu eretta la Basilica che maestosamente domina quello che un tempo era noto come il Colle dell’Inferno.

I lavori iniziarono due anni dopo la morte di San Francesco e furono completati il 25 maggio 1230.

Esternamente si presenta come un’unica roccaforte, ma una volta entrati ci si accorge dell’esistenza di due Chiese, l’una sovrapposta all’altra.

Entrambe sono internamente affrescate dai più grandi maestri dell’arte italiana dell’epoca: Giotto, Cimabue, Simone Martini e il Lorenzetti e, dalla Chiesa Inferiore si può accedere alla cripta dove sono conservate le spoglie del Santo.

Tra le cose da vedere ad Assisi la Basilica di San Francesco è certamente la più incredibile per il patrimonio artistico che custodisce.

 

La Basilica di Santa Chiara

Cosa vedere ad Assisi, archi Basilica Santa Chiara

Situata all’estremità opposta del centro storico rispetto alla Basilica di San Francesco, la Basilica di Santa Chiara è un altro bellissimo esempio di stile gotico-umbro.

La facciata è a strisce rosa e bianche e sui lati è sorretta da archi rampanti.

L’interno si presenta con un’unica navata che termina con due cappelle dedicate a San Giorgio e Santa Agnese d’Assisi.

Per comprendere l’importanza di questo luogo è necessario un cenno al rapporto di Santa Chiara e San Francesco.

Santa Chiara, ispirata dalle idee rivoluzionarie di San Francesco, decise di lasciare la sua ricca famiglia seguendo le orme del Santo.

Ben presto riuscì a convincere anche la madre e le sorelle e, insieme, fondarono l’ordine delle Clarisse.

Santa Chiara fu importante per Assisi quasi quanto San Francesco e, per questo, in suo onore venne costruita questa Basilica nella quale tutt’oggi sono conservate le sue reliquie.

 

La Rocca Maggiore di Assisi 

Rocca Maggiore di Assisi, monte di Assisi

Se non ti spaventa fare un po’ di fatica, la passeggiata che porta dal centro storico di Assisi alla Rocca Maggiore regala scorci suggestivi sulla città e i suoi dintorni.

La Rocca, che domina il paesaggio per la sua posizione e maestosità, è stata costruita, distrutta e rimessa in piedi più volte; la prima: nel 1183 da Federico Barbarossa.

Nel tempo ha svolto funzioni diverse, prettamente di difesa della città, finché non fu abbandonata nel 1600.

Nonostante ciò è arrivata fino ai nostri giorni praticamente intatta.

 

Il Tempio di Minerva 

Tempio di Minerva

Percorrendo la via principale del centro storico ti troverai in Piazza del Comune.

Qui ti balzerà all’occhio qualcosa di strano, quasi fuori contesto: un tempio risalente all’epoca romana.

Da annoverare tra le cose più inaspettate da vedere ad Assisi, questo monumento riuscì a lasciare a bocca aperta anche Goethe durante il suo viaggio in Italia nel 1786.

Il tempio di Minerva deve il suo nome a una statua di donna che fu ritrovata al suo interno ma, molto probabilmente, fu inizialmente costruito in onore di Ercole.

Oggi è stato convertito in chiesa ed è visitabile gratuitamente.

 

Piazza del Comune

Torre del Popolo, Assisi

Tra i luoghi da visitare ad Assisi c’è la piazza principale della città, dove è situato anche il Tempio di Minerva e dove ti consiglio di fermarti per un aperitivo o un pranzo circondato da bellissimi palazzi.

Tra questi i più rinomati sono il Palazzo dei Priori e il Palazzo del Capitano del Popolo, che domina la piazza con la sua torre alta 47m.

 

La Basilica degli Angeli in Porziuncola ad Assisi

San Francesco d'Assisi statua

Spostandoci nei dintorni della città, per la precisione a 4 km dal centro, troviamo la Chiesa a cui fu legato San Francesco e che ne custodisce i ricordi e le opere: La Basilica degli Angeli in Porziuncola.

Questa Basilica fu il luogo della morte del Santo che la scelse personalmente per il transito dal tempo all’eternità, ma fu anche il luogo in cui compose la sua opera più celebre: il Cantico delle Creature.

 

Costo della vita ad Assisi

Secondo i dati Istat del 2019 l’Umbria è al penultimo posto tra le regioni più care d’Italia e il suo capoluogo, Perugia, è la seconda città meno cara.

In realtà, come sempre, dipende dalle scelte di ogni viaggiatore, ma in generale si possono tranquillamente visitare Assisi e le altre città umbre con un budget limitato.

 

Costo medio degli alloggi ad Assisi 

Il costo medio degli alloggi è molto influenzato dalla zona in cui volete soggiornare.

In particolare nel centro storico i prezzi sono più alti rispetto ai dintorni della città.

Il costo medio degli alloggi può inoltre variare in occasione di festività religiose ed eventi che vedono la città protagonista.

In periodi normali una camera doppia in alloggi da 2-3 stelle si trova spendendo tra i €50 – €100, mentre se si scelgono alloggi a 4-5 stelle i prezzi possono oscillare dai €100 ai €300.

 

In che zona alloggiare? 

Alloggiare nel centro storico è sicuramente molto bello, ma se vuoi goderti la vista della città, magari da bordo piscina, scegli uno dei numerosi agriturismi poco distanti dalla città.

Soggiornare nella campagna che circonda Assisi è la scelta migliore soprattutto se hai una macchina, sia per evitare problemi di parcheggio, sia perché non è possibile entrare nel centro storico in macchina a meno che non si abbiano permessi o si sia residenti.

 

Come raggiungere Assisi? 

In aereo: l’aeroporto più vicino è quello di Perugia anche se, trattandosi di un piccolo scalo, le tratte sono limitate. Da qui è poi possibile prendere un autobus delle linee E007 e E422 per raggiungere Assisi, anche se le corse giornaliere sono poche.

In Treno: se invece volessi raggiungere Assisi in treno, scendi alla stazione Assisi-Santa Maria degli Angeli e da qui prendi uno dei numerosi autobus per il centro.

In macchina: la macchina rimane a mio avviso il mezzo più ideale per raggiungere la città essendo perfettamente collegata sia da nord che da sud dall’autostrada.

 

Sistemi di trasporto ad Assisi

Il centro storico di Assisi si visita completamente a piedi.

Sono numerose infatti le ZTL presenti per limitare il traffico cittadino.

Per raggiungere Assisi e muoversi nei dintorni è presente la linea C degli autobus.

 

Clima e periodo migliore per visitare Assisi 

Il periodo migliore per visitare Assisi va da aprile a ottobre, quando le temperature sono più calde, evitando luglio ed agosto, mesi in cui si possono raggiungere anche i 40°.

L’inverno è freddo e più piovoso rispetto alla stagione estiva tendenzialmente molto secca.

 

Cosa mangiare ad Assisi 

Assisi, come tutta l’Umbria del resto, è un ottima meta per un viaggio enogastronomico.

I piatti di questa regione sono ricchi e gustosi: imperdibili i taglieri di salumi e formaggi locali, così come la pasta fresca, dagli strangozzi agli umbricelli, ovviamente conditi con tartufo bianco o nero, specialità umbra.

Anche per i secondi piatti c’è l’imbarazzo della scelta, tutte specialità a base di carne come l’agnello alla scottadito, il piccione alla ghiotta e la porchetta, accompagnati da un buon calice di Montefalco o Sagrantino.

 

Quanto tempo rimanere ad Assisi? 

Assisi è una cittadina a misura d’uomo e il suo centro storico si può visitare in una giornata.

Se vuoi visitare anche i dintorni, concederti un po’di relax in campagna o visitare una cantina, il mio consiglio è di fermarti almeno per un week end.

Se hai fino ad una settimana a disposizione, puoi strutturare un vero e proprio itinerario che comprenda le principali città umbre: Perugia, Gubbio, Orvieto, Norcia, Spoleto, Spello.

In una settimana riuscirai ad apprezzare le meraviglie di una delle regioni più belle d’Italia.

 

Itinerario su cosa vedere ad Assisi 

Itinerario Assisi, Piazza del comune

Dedica il primo giorno del tuo viaggio al centro storico di Assisi.

Il mio consiglio è di partire da Porta Nuova e da lì risalire la città lungo la sua via principale, scoprendo poco per volta i suoi monumenti più noti.

Ti imbatterai quasi subito nella Basilica di Santa Chiara, mentre dovrai aspettare la fine dell’itinerario per raggiungere l’estremo opposto della città e farti sorprendere dalla vista della Basilica di San Francesco.

Il secondo giorno puoi dedicarti ai dintorni della città, visitare la Porziuncola, le cantine nella zona o spostarti a Perugia, capoluogo di regione ricco di storia e di posti suggestivi.

Se ti è piaciuto questo articolo su cosa vedere ad Assisi e cosa fare nei dintorni, ti consiglio di leggere anche:

COSA VEDERE A SIRACUSA E COSA FARE NEI SUOI DINTORNI

COSA VEDERE A FAENZA E COSA POTER FARE NEI DINTORNI

Se hai qualche domanda da farci scrivici un commento!

La community di Diventa un Viaggiatore è qui per aiutarti ad aggiungere all’interno del tuo schema di vita la parola viaggiare.

Infatti viaggiare, che sia il tuo obiettivo di vita principale o che sia un tuo obiettivo secondario, è una delle cose più belle e stimolanti che possiamo fare nella nostra vita.

Ed il primo passo verso la realizzazione di questo grande obiettivo è quello di scaricare il corso 100% gratuito che ti permetterà di diventare da “Da zero a viaggiatore esperto”, spendendo poco e trovando il coraggio di farlo senza paura.

SCARICALA ADESSO non perdere altro tempo 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui