Documenti per Viaggiare in Aereo: di quali hai bisogno?

Quali documenti ti servono per viaggiare in aereo? Di quali hai bisogno all’imbarco?

La risposta è: dipende. Già, dipende. Ogni destinazione va da sé.

Ecco perché è bene verificare sin da subito quanto tempo ti occorre per richiedere tutti i documenti di cui hai bisogno per partire.

Ma niente panico… Ora ti spiego ogni cosa.

 

Documenti per viaggiare in aereo: quali sono?

I documenti per viaggiare in aereo necessari all’imbarco variano ad ogni tuo viaggio.

Sicuramente al tuo arrivo in aeroporto hai bisogno di:

  1. DOCUMENTO D’IDENTITA’
  2. BIGLIETTO AEREO E CARTA D’IMBARCO

E per molte destinazioni anche di:

  1. VISTO DI INGRESSO NEL PAESE
  2. VACCINAZIONI E ASSICURAZIONI MEDICHE

Ma andiamo per ordine…

 

Documenti per viaggiare in aereo: vuoi capirne di più?

  1. Documento d’identità

Al fine di semplificare, possiamo distinguere i documenti d’identità in:

Documenti d’identità per voli nazionali

I documenti richiesti e più diffusi per viaggiare in aereo all’interno dei confini nazionali sono:

  • Carta d’Identità
  • Passaporto

Ci sono però altri documenti accettati, considerati equipollenti alla Carta d’Identità ai sensi dell’articolo 35, comma 2, del Decreto del Presidente della Repubblica nr. 445 del 28 dicembre 2000, ovvero:

  • Patente di guida
  • Patente nautica
  • Libretto di pensione
  • Patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici
  • Porto d’armi
  • Tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato

Patente di guida | documenti per viaggiare in aereo

Documenti d’identità per voli nell’area Schengen

I Paesi che rientrano nello spazio Schengen impongono l’ingresso con uno dei seguenti documenti:

  • Carta d’Identità
  • Passaporto

IMPORTANTE! Le carte d’identità con timbro di proroga sul retro non sono ritenute valide nel caso di espatrio.

Se desideri viaggiare in aereo con questo documento ti consiglio di verificarne l’effettiva validità prima della partenza.

Resta inteso che, fuori dai confini nazionali, la scelta migliore è recarsi all’imbarco munito di passaporto in corso di validità, anche se si sta per volare entro i confini Schengen.

 

Ma che cos’è l’area Schengen?

L’area Schengen comprende 26 Stati europei che, in base agli accordi di Schengen (complesso di norme), hanno abolito i controlli sulle persona alle frontiere comuni, sostituite quindi da un’unica frontiera esterna.

Dal punto di vista dei viaggi internazionali è intesa pertanto come un unico Paese dove è garantita la libera circolazione delle persone.

Ed ecco l’elenco dei Paesi all’interno dell’area Schengen:

  • Austria
  • Ungheria
  • Norvegia
  • Belgio
  • Islanda
  • Polonia
  • Repubblica ceca
  • Italia
  • Portogallo
  • Danimarca
  • Lettonia
  • Slovacchia
  • Estonia
  • Liechtenstein
  • Slovenia
  • Finlandia
  • Lituania
  • Spagna
  • Francia
  • Lussemburgo
  • Svezia
  • Germania
  • Malta
  • Svizzera
  • Grecia
  • Paesi Bassi

 

Documenti d’identità per voli nell’area extra-Schengen

Per voli intercontinentali, e quindi fuori dallo spazio Schengen, l’unico documento ritenuto valido è il passaporto.

Per numerose destinazioni sarà necessario che la validità residua del documento sia pari o superiore a 6 mesi al momento della partenza (o rientro).

In altre ancora, oltre al passaporto con validità di 6 mesi, avrai bisogno di un visto di ingresso.

Ti parlerò di questo tra poco, al punto 3 (VISTO DI INGRESSO NEL PAESE)

Passaporto Documenti di viaggio

 

  1. Biglietto aereo e carta d’imbarco

Fondamentale esattamente come il documento d’identità, il biglietto aereo deve essere in tuo possesso al momento dell’arrivo in aeroporto, e quindi dell’imbarco.

Una volta arrivato in aeroporto, ti sarà sufficiente recarti ai banchi del check-in della compagnia aerea con cui hai prenotato il tuo volo.

A questo punto ti verrà richiesto di presentare il biglietto aereo e l’addetto al banco check-in ti stamperà la carta d’imbarco.

 

Qual è la differenza tra biglietto aereo e carta d’imbarco?

Il biglietto aereo è il documento che ricevi al momento della prenotazione.

Prenotando online, riceverai un biglietto elettronico; prenotando presso un’agenzia di viaggi, riceverai un biglietto cartaceo.

Su ogni biglietto aereo è presente il numero di prenotazione (PNR) e il numero del biglietto, necessari per effettuare il check in e quindi ottenere la carta d’imbarco.

 

La carta d’imbarco è il documento necessario per salire a bordo dell’aereo.

Per la maggior parte dei voli, è possibile effettuare il check-in online e quindi ottenere la carta d’imbarco già a partire da 48 o 24 ore prima del volo.

Per accedere al servizio dovrai collegarti al sito della compagnia aerea del tuo volo ed utilizzare il numero di prenotazione ed il numero del biglietto per procedere.

Ti sarà utile questa procedura nel caso in cui tu desiderassi sceglierti un particolare posto a bordo oppure se avessi richieste particolari e importanti da segnalare in anticipo alla compagnia aerea (pasto vegetariano, assistenza in aeroporto, ecc…).

In alternativa, come anticipato, ti basterà recarti in aeroporto, al banco check in della compagnia aerea con cui volerai e consegnare il tuo biglietto aereo. L’addetto all’imbarco ti stamperà la carta d’imbarco e ti assegnerà un posto a bordo.

Nel caso tu avessi bagagli da imbarcare, in questa occasione ti verrà chiesto di presentarli.

 

Per consigli sul bagaglio perfetto da portare con te, leggi il nostro articolo:

QUALE BAGAGLIO SCEGLIERE E COMPRARE PER IL TUO VIAGGIO? LA GUIDA COMPLETA

 

Una volta in possesso della tua carta d’imbarco, puoi proseguire ai controlli di sicurezza e poi finalmente all’imbarco.

Ti consiglio di non metter via il documento d’identità e la carta d’imbarco fino a quando non avrai preso posto a bordo. Ti verrà chiesto di dimostrarli più volte dal tuo arrivo in aeroporto al momento del decollo.

IMPORTANTE! Nel caso il tuo viaggio prevedesse più voli e quindi scali intermedi per raggiungere la destinazione, ho alcuni consigli per te:

  • Se tutte le tratte sono operate dalla stessa compagnia, chiedi al primo check in la stampa delle carte d’imbarco per tutti i tuoi voli, fino all’arrivo a destinazione. Se volerai con compagnie diverse, invece, questo non sarà possibile e dovrai recuperare i bagagli e ripetere il check-in ad ogni scalo.
  • Chiedi la spedizione del bagaglio direttamente alla destinazione finale. In questo modo, durante lo scalo non ti dovrai preoccupare del bagaglio ma soltanto di recarti al nuovo imbarco.
  • Non perdere mai di vista il tagliandino del bagaglio. Probabilmente gli addetti del check in lo appiccicheranno alla tua carta d’imbarco o al tuo documento d’identità. Conservalo fino al tuo arrivo e comunque dopo aver ritirato il tuo bagaglio. In caso di bagaglio danneggiato o smarrito ne avrai bisogno per denunciare l’accaduto al tuo arrivo.

Pista atterraggio e decollo | documenti per viaggiare in aereo

 

  1. Visto di ingresso nel Paese

Se sei arrivato a questo punto dell’articolo è perché stai pensando di viaggiare su un volo intercontinentale e probabilmente per farlo avrai bisogno di un visto d’ingresso.

Sono numerose le destinazioni che domandano ai cittadini italiani il visto per l’ingresso nel loro Paese oltre al passaporto in corso di validità.

Ogni Stato richiede documenti e moduli differenti ed ecco perché diventa fondamentale documentarsi per bene prima di procedere alla prenotazione del tuo biglietto aereo.

È possibile tu abbia bisogno di più tempo del previsto per ottenere tutti i documenti dei quali avrai bisogno all’imbarco.

 

In linea generale, quali è possibile ti vengano richiesti?

  • PASSAPORTO necessario con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di ingresso (o uscita), firmato dal titolare e con almeno 3 pagine libere
  • FOTOTESSERA/E recente in formato classico (3,5 x 4,5) o speciale (ad esempio in India è richiesta la foto 5 x 5), su sfondo bianco e senza occhiali (nel caso tu li portassi)
  • MODULO RICHIESTA VISTO compilato in ogni sua parte e firmato dal titolare del passaporto.

Ma alcuni Paesi più “esigenti” potrebbero anche richiederti:

  • ASSICURAZIONE MEDICA con un massimale minimo obbligatorio
  • OPERATIVO VOLI (numero e orario dei tuoi voli)
  • BIGLIETTO AEREO ANDATA E RITORNO
  • PRENOTAZIONI ALBERGHIERE O ITINERARIO COMPLETO DEL SOGGIORNO
  • DICHIARAZIONE DEI PAESI VISITATI
  • INVITO DI INGRESSO NEL PAESE

Assicurazione medica di viaggio

Ormai molti Paesi hanno un sito internet dedicato, e collegato al Consolato, su cui ti sarà possibile compilare moduli, allegare fotografie e copie dei documenti e pagare direttamente online il tuo visto.

In alternativa, sarai reindirizzato direttamente al Consolato del Paese in questione e lì riceverai tutte le informazioni e la documentazione necessaria per la tua richiesta.

Se però non sei tranquillo nel fare tutto da solo, trattandosi di un’operazione delicata, hai la possibilità di affidarti ad agenzie online che si occupano proprio di questo.

Ti forniscono la lista dei documenti, i moduli da compilare e tutto quello di cui avrai bisogno.

A te basterà inviar loro il tutto tramite posta e aspettare. Riceverai a casa tua il passaporto già vistato e pronto ad accompagnarti nel tuo viaggio.

Chiaramente questo servizio ha un costo ma se non sei pratico o non te la senti, puoi tenerla in considerazione come possibilità.

Tra le agenzie più conosciute ti riporto IAS srl

Hanno un ufficio a Roma ed uno a Milano e gestiscono il 99% dei visti turistici consolari.

Io ci ho avuto spesso a che fare per lavoro e garantisco sulla loro efficienza e precisione.

 

  1. Vaccinazioni e assicurazioni mediche

Ecco gli ultimi possibili documenti di viaggio di cui avrai bisogno al tuo imbarco.

Come anticipato, è possibile che ai fini del visto ti venga richiesto di effettuare vaccinazioni o di stipulare delle polizze mediche con precisi massimali.

Le vaccinazioni spesso sono consigliate; altre volte obbligatorie. Dipende dalla situazione sanitaria del Paese che ti appresti a visitare.

La polizza medica è invece una questione più ampia e importante da considerare.

Per quanto riguarda i tuoi viaggi in aereo all’interno del territorio nazionale o dello spazio Schengen, la  tessera sanitaria sarà ritenuta valida e pertanto le prime cure mediche ti verranno garantite ovunque.

In ogni caso, anche in questa situazione, il mio consiglio è quello di stipulare un’assicurazione. Una base (massimale 3.000 €) andrà benissimo.

Diverso è quando decidi di compiere un viaggio intercontinentale. Per questi viaggi l’assicurazione medica è spesso assolutamente obbligatoria.

E anche quando non lo è ti consiglio vivamente NON di risparmiare su questo.

In certi Stati è addirittura richiesta, o comunque vivamente consigliata, un’assicurazione integrativa che porti il tuo massimale a 100.000 – 200.000 €.

Parlo ad esempio degli Stati Uniti d’America, dove la sanità è privata e con i 3.000 € circa assicurati nella polizza base non ti garantisci nemmeno la stecca ad un dito!

Per saperne di più ti consiglio di leggere i nostri articoli dedicati a:

 

Documenti per viaggiare in aereo: una fonte sicura per scoprire quali servono a te?

Come anticipato, i documenti per viaggiare in aereo di cui hai bisogno all’imbarco cambiano per ogni destinazione.

Sono numerose le fonti online che trattano questo tipo di informazioni ma è bene avvalersi sempre e solo di fonti sicure, attendibili e verificate.

Io non affiderei mai ad un qualunque blog o al primo sito in cui mi imbatto il mio prossimo viaggio.

Non farlo nemmeno tu.

Prenditi tutto il tempo in modo da capire e prendi nota di ogni cosa.

Le destinazioni che necessitano di visto di ingresso e/o vaccinazioni e assicurazioni mediche richiedono fino a 2 – 3 mesi di pianificazione.

Prima di prenotare il tuo biglietto aereo, quindi, ripeto, devi esser sicuro di esser pronto a partire per la data che ti sei prefissato!

E come puoi farlo?

  • Verificando tempistiche e modalità di richiesta del visto
  • Informandoti sull’eventuale necessità di sottoporsi a vaccinazioni o profilassi per l’ingresso.

So che sembra un lavorone ma vedrai. Sarà più semplice del previsto.

In un solo sito troverai tutte queste informazioni e scoprirai quali documenti ti chiederanno all’imbarco del tuo volo.

Esiste una sola fonte attendibile che mi sento di consigliarti. E cioè quella ufficiale della Farnesina, il Ministero degli Affari Esteri.

VIAGGIARE SICURI è il sito che devi cercare.

Uomo con bagaglio in viaggio

Ti basterà cliccare su “Menu”, “Cerca Paese” e scegliere quello che ti interessa.

Alla voce “Informazioni Generali”, scendendo fino a “Documentazione necessaria all’ingresso nel Paese”, troverai i documenti di cui hai bisogno (Passaporto, Carta d’Identità, Visto, ecc…).

Mentre alla voce “Situazione Sanitaria”, oltre alle informazioni sulla sua sanità, scoprirai anche se quel Paese richiede vaccinazioni.

Ecco fatto! Come promesso, non ti servirà cercare e confrontare migliaia di siti per esser sicuro di aver trovato tutto.

Ne basta uno soltanto. Sicuro, attendibile e verificato.

Accedi direttamente alla home page del sito di Viaggiare Sicuri

Il primo passo verso la realizzazione del viaggio dei tuoi sogni è quello di guardare la lezione 100% gratuita che ti insegna gli 8 TRUCCHI CHE TI CONSENTIRANNO DI VIAGGIARE A COSTO ZERO.

SCARICALA ADESSO non perdere altro tempo 😉

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui