Itinerario di Viaggio: i 5 STEP su come crearlo al meglio

Stai cercando di creare un itinerario di viaggio ma non sai da dove incominciare?

Allora sei nel posto giusto!

In questo articolo infatti vedrai tutte le varie fasi che compongono la creazione di un itinerario turistico.

Creare un itinerario di viaggio più accurato possibile è la chiave per riuscire a goderti al massimo la destinazione che hai deciso di visitare, soprattutto se i giorni che dedicherai al tuo viaggio non sono molti.

Questo però non significa che non potrai essere libero di cambiare le carte in tavola, piuttosto significa essere preparati per ogni evenienza ed imprevisto.

Se non hai voglia di leggere e preferisci guardare un video, qui in basso puoi trovare un video sul canale YouTube di Diventa un Viaggiatore che parla proprio di come creare un itinerario di viaggio:

 

Step fondamentali su come fare un itinerario di Viaggio

Che sia una destinazione vicina casa per un week-end, o un viaggio itinerante da mesi, se userai questi step fondamentali su come creare un itinerario di viaggio, non potrai mai sbagliare!

Principalmente li possiamo dividere in 5 macro categorie che sono:

  1. Tempo in viaggio e destinazione;
  2. il meteo lungo l’itinerario;
  3. plan di viaggio;
  4. mezzi di trasporto;
  5. prenota gli alloggi.

Utilizza questo semplice schema ad ogni nuova avventura per utilizzare un itinerario di viaggio è una cosa semplice, basta prenderci la mano e ragionare in questo modo.

Senza dilungarci, vediamo insieme come sviluppare tutti i punti 😉

Per approfondire il tema, ti consiglio di leggere anche questo articolo: Come organizzare un Viaggio da soli.

 

Tempo in viaggio e destinazione

In ogni itinerario che si rispetti si parte dal tempo in viaggio e destinazione, quindi dal numero di giorni che hai a disposizione e la destinazione che vuoi raggiungere.

Se il tuo obiettivo è girarti tutto il Canada ma hai solo 5 giorni per farlo, capisci bene che è un obiettivo irrealistico.

Quindi, se hai già in mente la destinazione che vuoi visitare, allora la decisione del numero dei giorni da trascorrere in vacanza, la dovresti decidere dopo aver scelto con precisione i luoghi ed i punti di interesse da visitare, in maniera tale da non perderti nulla (cosa che vedremo nel seguito di questo articolo).

Invece, se non hai una destinazione precisa in mente o sai già che il numero di giorni che hai a disposizione è limitato, allora cerca di sfruttare tutto il tempo che hai a disposizione per vedere il maggior numero di cose possibili, senza stressarti ovviamente.

Molto dipende anche dallo stile di viaggio che stai cercando, se il tuo obiettivo è stare sdraiato in spiaggia tutto il giorno tracannando mojito, allora dubito che ti servirà un itinerario di viaggio per questo.

Forse al tuo ritorno avrai bisogno di un fegato nuovo 🙂 e a questo punto potrebbe interessarti una bella e rilassante Crociera alle Antille

 

Vedi il meteo prima di creare il tuo itinerario di viaggio

Un aspetto importantissimo da tenere in considerazione è di vedere il meteo prima di creare il tuo itinerario di viaggio.

Quando parti per le tue vacanze vuoi che il meteo sia più clemente possibile, ma se decidi di partire nella stagione sbagliata stai sicuramente giocando d’azzardo con la fortuna.

Per questo una volta che hai deciso la tua destinazione ed eventualmente il numero di giorni, ti consiglio di valutare anche il meteo.

donna guarda un panorama di montagna

Se ad esempio hai intenzione di partire nel mese di Agosto per visitare Buenos Aires, ti dico che probabilmente hai scelto il mese peggiore per temperature ed ore di sole.

Oppure se hai intenzione di partire nel mese di Ottobre verso la Thailandia sappi che stai andando incontro a giorni di pioggia certa, visto che Ottobre è mese di monsoni.

 

Quindi come fare a capire quale è il periodo migliore per visitare la nazione da te scelta e creare dunque l’itinerario di viaggio perfetto?

Semplice, vai su Clima e Viaggi.

Un sito semplice ma allo stesso tempo portentoso. Grazie ad esso potrai rapidamente capire quale è il mese più adatto per visitare la tua destinazione.

Un trucco per scongiurare il brutto meteo durante i tuoi viaggi itineranti, è quello di lasciare in valigia sempre un bel paio di scarpe impermeabili, come ad esempio: le galosce anti pioggia.

 

Itinerario dei luoghi da visitare e Plan di viaggio

Una volta scelta la destinazione, il numero di giorni ed il periodo migliore, allora è giunto il momento di fare un itinerario dei luoghi da visitare ed un plan di viaggio.

Il plan chiaramente varia anche in base ai giorni che hai a disposizione. Il mio consiglio è di riempire il giusto la tabella di marcia, ovvero di non farla troppo carica di cose da vedere, né troppo povera.

Dipende poi molto dalla velocità con cui viaggi. Ci sono persone che viaggiano velocemente mentre altre persone che viaggiano più lentamente.

Nel plan dovresti inserire solamente i luoghi che sei certo/a di voler visitare in base a quello che ti piace, per poi lasciare delle piccole finestre nelle quali puoi improvvisare sul momento.

Ad esempio: se sei un appassionato d’arte potresti non voler perdere quel particolare museo, oppure se sei un appassionato di storia potresti non voler perdere quel particolare sito archeologico.

Dipende tutto dai tuoi gusti!

L’importante è stabilire cosa vuoi vedere durante il tuo itinerario di viaggio, ed essere sicuro che ne vale davvero la pena. Spesso anche a me, è capitato che il luogo che ho scelto di visitare è stato deludente.

Per raccogliere questo tipo di informazioni non c’è niente di meglio che fare una ricerca su Google (anche in inglese) e prendere più informazioni possibili, andando poi a riempire il tuo plan di viaggio.

Se la parola d’ordine è risparmio e ti stai chiedendo quanto tempo prima cominciare ad organizzare tutti gli step per un itinerario di viaggio, ti consiglio di leggere: quanto tempo prima prenotare una Vacanza?

 

Mezzi di trasporto

Ora questo è il momento di capire con quale mezzo di trasporto arrivare nella tua destinazione e con quale mezzo visitarla.

Partiamo dal mezzo con cui arrivare a destinazione.

Il 90% delle volte questa scelta ricade obbligatoriamente sull’aereo, a maggior ragione se le distanze sono veramente grandi, ma se ad esempio abiti a Milano e hai deciso di andare a Monaco di Baviera, potresti valutare anche l’ipotesi autobus o treno.

Anche qui, ti consiglio di fare una ricerca su Google.

Se la tua scelta dovrà ricadere per forza sull’aereo ti lascio il link di questo articolo che ti spiega come risparmiare sulla prenotazione aerea:

COME RISPARMIARE SUI VOLI: 15 TRUCCHI E TECNICHE CHE DEVI CONOSCERE.

 

Ora invece ti parlerò del mezzo con cui visitare la tua destinazione durante il tuo itinerario di viaggio.

In linea di massima, all’interno della città, ti consiglio di usare il trasporto pubblico, a meno che il paese che stai visitando non è altamente pericoloso, ma anche in quel caso basta evitare i bus, le metro infatti sono mezzi da “ricchi”, basta un po’ di buon senso ed è tutto ok.

Per spostarti invece da una città all’altra, dipende molto dal continente che hai scelto di visitare:

  • In Sud America e Centro America ti consiglierei di spostarti in bus, dato che spesso è molto confortevole e davvero economico, soprattutto se il tempo che hai a disposizione non è limitato.
  • In Nord America ti consiglio di affittare un’auto.
  • In Asia puoi spostarti con traghetti, bus, ma anche aerei che sono molto economici.
  • In Africa dipende molto da paese a paese, quindi non me la sento di consigliarti qualcosa in particolare, informati e vedi. Ti consiglio però di dare un’occhiata a questo approfondimento: Africa, 5 cose da sapere per il viaggio.
  • Mentre in Europa hai davvero una vasta scelta: bus, treni, aerei, auto.

In ogni caso, prima di ogni partenza, ti consiglio di utilizzare e consultare il sito Viaggiare sicuri della Farnesina. Scopri come funziona nel nostro articolo.

 

Prenotare le sistemazioni

Prenotare le sistemazioni, e quindi gli alloggi, nei luoghi da visitare è l’ultimo passo per costruire il tuo itinerario di viaggio.

La tipologia di sistemazione dipende molto dal tuo stile di viaggio e dal tuo budget.

Hai a disposizione un’ampia scelta.

Puoi usare Coachsurfing, andare in ostelli, prenotare una casa su AirBnb oppure andare in resort di lusso.

Dipende da te. Il mio consiglio è quello di prenotare con un discreto anticipo, almeno 3-4 mesi prima, sopratutto in periodi di alta stagione, altrimenti rischi che i migliori alloggi siano già stati prenotati da qualcun altro.

Per approfondire:

COME FUNZIONA COUCHSURFING: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

COME FUNZIONANO GLI OSTELLI? LA GUIDA PER DORMIRE IN OSTELLO

COME FUNZIONA WORKAWAY? LAVORO IN CAMBIO DI VITTO E ALLOGGIO

 

App per creare un Itinerario di Viaggio

In un mondo dove tutto è facilitato da internet, perché non utilizzare delle ottime app per creare un itinerario di viaggio?

Ovviamente ormai ce ne sono di tantissimi tipi, disponibili sia per Android e per Apple.

La comodità di queste app è che, se hai poco spazio in valigia e non puoi/vuoi portare con te guide, libri oppure appunti scritti su carta, con queste app puoi tenere tutto comodamente sul tuo smartphone.

Vediamo allora quali sono le 3 migliori app da utilizzare per creare il tuo itinerario di viaggio:

 

Tripit travel planner

Gratuita, Tripit travel planner, ti consente di pianificare al dettaglio tutti i tuoi programmi di viaggio.

Dispone di una sincronizzazione automatica della tua casella email, così che sull’app, potrai trovare già inseriti tutti i servizi da te acquistati come volo, hotel, trasporti ecc.

È possibile inoltre, inserire tutti i programmi e le attività pianificate scegliendo tra numerose categorie come: attività, concerti, gite in barca, ristoranti e spettacoli teatrali.

Una volta inserite l’app genererà un itinerario di viaggio con tutte le fasi di viaggio in ordine cronologico, totalmente modificabili in ogni momento.

È disponibile su Android e IoS.

 

Tripcase

Un’altra ottima app per creare itinerari di viaggio è Tripcase.

Una volta inseriti tutti i tuoi dettagli di viaggio come voli, hotel e altro, puoi consultare direttamente dall’app le condizioni meteo, contattare strutture, ristoranti, musei ed effettuare prenotazioni.

Utilissima inoltre anche per i viaggi di lavoro, o se vuoi tenere traccia delle tue spese: puoi inserire tutte le ricevute e gli scontrini.

È disponibile per IoS e Android.

 

Wanderlog

Wanderlog funziona come le altre due app precedenti, dove puoi inserire tutti i dettagli del tuo viaggio: dall’hotel, agli spostamenti ed attività.

La funzionalità però che la contraddistingue e la rende perfetta per organizzare il tuo itinerario di viaggio è la presenza di un’ampia sezione a community dove puoi chiedere consiglio, leggere o rimanere in contatto con altri viaggiatori.

Anche lei disponibile per Android e IoS.

 

Itinerario di Viaggio esempio

Se sei in cerca di un’ispirazione per creare un itinerario di viaggio, eccoti qualche esempio sulla base di 3/4 giorni di viaggio.

N.B. è da considerare ovviamente gli orari dei voli-treni con cui viaggerai che non sono riportati in questi itinerari.

 

Itinerario Parigi

Eccoti un itinerario per Parigi 3 giorni:

Giorno 1:

  • Mattina: Torre Eiffel (salita alla cima per una vista panoramica);
  • Pomeriggio: Museo del Louvre;
  • Sera: Crociera o passeggiata sulla Senna (per ammirare i monumenti illuminati lungo il fiume).

Giorno 2:

  • Mattina: Cattedrale di Notre-Dame;
  • Pomeriggio: libero per qualche punto di interesse a tuo piacimento;
  • Sera: Montmartre (visita alla Basilica del Sacro Cuore e passeggiata nella piazza degli artisti).

3 giornata:

  • Mattina: Museo d’Orsay (ammirare opere d’arte impressioniste e post-impressioniste);
  • Pomeriggio: Giardini di Lussemburgo (piacevole passeggiata nel parco e relax);
  • Sera: Cena in un ristorante con cucina francese autentica e Torre Montparnasse (vista panoramica sulla città di notte).

 

Barcellona

Itinerario per Barcellona da 3 giorni:

1 day:

  • Mattina: Basilica della Sagrada Família;
  • Pomeriggio: Parc Güell;
  • Sera: La Rambla (passeggiata, visita al mercato La Boqueria).

2 giornata:

  • Mattina: Barri Gòtic (quartiere gotico e visita alla Cattedrale);
  • Pomeriggio: Museo Picasso e Quartiere El Born;
  • Sera: Plaça d’Espanya (ammirare la fontana magica con lo spettacolo serale di luci- N.B in alcuni periodi dell’anno, come l’inverno, non ci sono spettacoli).

Giorno 3:

  • Mattina: Barceloneta;
  • Pomeriggio: Museo d’Arte Contemporanea di Barcellona (MACBA); Passeig de Gràcia (shopping e l’architettura modernista);
  • Sera: Tibidabo (salita sulla montagna per tramonto sulla città).

 

Approfondisci come vivere a Barcellona.

 

In conclusione, in questo articolo siamo passati attraverso le varie fasi della costruzione di un itinerario di viaggio.

Ora sei pronto per organizzarti, fare il tuo plan ed infine partire 🙂

Lascia pure un commento e dimmi se ti è stato utile questo articolo e quale è il tuo prossimo viaggio che organizzerai seguendo un itinerario di viaggio come questi proposti.

 

Inoltre, la community di Diventa un Viaggiatore è qui per aiutarti ad aggiungere all’interno del tuo schema di vita la parola viaggiare.

Se vuoi che questo accada, prendi questa occasione al volo: scaricar il corso 100% gratuito “Da zero a viaggiatore esperto”, che ti insegna tutti i TRUCCHI CHE TI CONSENTIRANNO DI VIAGGIARE A COSTO ZERO.

SCARICALO ADESSO non perdere altro tempo 😉

 

Sono un esploratore nato. Da piccolo sognavo di diventare un astronauta per esplorare mondi che nessuno ha mai visto. Nel 2018 ho affrontato un viaggio in solitaria della durata di 9 mesi, in cui ho attraversato il globo fermandomi nei paesi che fin da piccolo sognavo di visitare. In quello stesso anno, navigando sul Lago Titicaca ho iniziato a pensare che avrei voluto aiutare chi ha la mia stessa voglia di esplorare il mondo, ma che è frenato dai vari problemi della vita. Per questo nel 2019 è nata la community di Diventa un Viaggiatore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui