Come Organizzare il Cammino di Santiago PASSO-PASSO

Il momento è arrivato! Finalmente ti sei deciso a partire, ma ora devi cominciare a pensare sul serio come organizzare il Cammino di Santiago.

Sai che dovrai fare moltissime cose, ma effettivamente sono tante e non sai da dove cominciare.

Capisco che potrebbe prenderti un po’ di panico, ma niente paura! Se sei capitato in questo articolo stai certo che, dopo averlo letto, sarai pronto in tutto e per tutto ad organizzare il tuo Cammino.

Prendi carta e penna perché cominciamo subito con i consigli per pianificare il tuo Cammino di Santiago senza tralasciare nulla.

Let’s go!

 

Organizzare il Cammino di Santiago passo passo

Per organizzazione alla perfezione il Cammino di Santiago avrai bisogno di dividere tutto per step fondamentali ed affrontarne uno alla volta.

Spesso un passo tira l’altro, infatti appena ne risolverai uno vedrai che l’altro verrà da se. Così facendo sarai sicuro di non aver trascurato nulla.

Qui di seguito eccoti la lista degli step fondamentali.

 

Scegliere quale cammino di Santiago fare

Il Cammino di Santiago non è solamente uno: in tutto sono 6 percorsi distinti e separati che partono da luoghi differenti.

In genere quando si parla di Cammino di Santiago, ci si riferisce quasi sempre al Cammino Francese, che è quello più frequentato in assoluto.

Ti consiglio, però, di studiare a fondo tutti e 6 i tipi di Cammini e solo dopo un’attenta revisione, scegliere quello che si adatta di più alle tue esigenze e capacità.

Considera che, avendo appunto inizi da luoghi e regioni differenti, incontrerai difficoltà e territori altrettanto differenti.

Inciderà infatti, ad esempio, la conformazione del terreno, se è un tracciato più da costa o da entroterra, e questo si ripercuote anche in base alla stagione.

Per approfondire l’argomento ed aiutarti nella scelta leggi l’articolo: Cammino di Santiago: Percorsi – Km – Itinerari

taccuino bianco con occhiali e macchina fotografica poggiati su tavolo con carta geografica, tutto in stile retro col seppia - organizzare il cammino di santiago

 

Scegliere il periodo migliore

uomo con impermeabile giallo che cammina nella verde naturaÈ scontato dire che inciderà sicuramente il periodo in cui hai a disposizione le ferie.

Se così non fosse e puoi scegliere in piena autonomia, fatti una breve lista dei pro e dei contro per stagione.

Partiamo col dire che il periodo meno affollato in assoluto è l’inverno. Considera però, che in questa stagione alcuni tratti di strada potrebbero essere chiusi. Ad esempio, il primo tratto del Cammino Francese, passa per i Pirenei e d’inverno sono impraticabili per via della neve alta.

L’estate, invece, è il periodo più affollato in assoluto, con picchi di calore estremo, soprattutto se scegli percorsi che passano nell’entroterra della regione.

Sicuramente, se posso darti un consiglio, di tutti i periodi, l‘autunno e la primavera sono le stagioni da prediligere!

Ovviamente, non lasciarti scoraggiare, se hai a disposizione solo un periodo e sei convinto di partire, parti!! Non rimandare il tuo desiderio!

 

Scegli come raggiungere il punto di partenza del Cammino (Voli, treni)

silhouette uomo con valigia di fronte finestra aeroporto al tramonto con aereo in cielo - organizzare il cammino di santiagoDopo aver scelto il periodo più adatto a te per la partenza, comincia subito ad organizzare i tuoi trasferimenti!

L’aereo, ovviamente, è il mezzo prediletto che ti permetterà di avvicinarti il più possibile al punto di inizio del Cammino di Santiago. (Leggi anche: Come risparmiare sui voli: 16 tecniche che devi conoscere)

Non tutti gli inizi, però, partono dalle grandi città. Studiati l’aeroporto che si avvicina di più e poi da li muoviti in treno oppure in bus per raggiungere la metà finale.

Se invece, non vuoi prendere l’aereo, puoi considerare tutti gli spostamenti in treno. Ti consiglio anche qui di prenotare in anticipo il tuo biglietto.

Sapevi che c’è addirittura chi parte a piedi direttamente dall’Italia per il Cammino? Capisco che non è proprio la scelta più comune, ma sappi che volendo è possibile, grazie ad una fitta rete di strade che si snodano in tutta Europa e raggiungono Santiago de Compostela.

 

Come compio il Cammino? A piedi, in bici, o…?

9 pellegrini su 10 scelgono di compiere il cammino di Santiago a piedi.

Questa è la tipologia di più comune, ma sapevi che puoi scegliere di portare a termine l’impresa anche con “mezzi” che non siano le tue gambe? Scommetto che alcuni di questi nemmeno li immagini.

persona in bici sulla destra fontale, due persone a cavallo di spalle sulla sinistra; percorso tra alberi e fiume

Ovviamente, per conquistare la Compostela, in base al mezzo che scegli, dovrai soddisfare dei requisiti diversi:

  • A piedi: dovrai compiere gli ultimi 100 km del cammino;
  • In bicicletta: gli ultimi 200 km;
  • A cavallo: gli ultimi 200 km;
  • in kayak: ultime 100 miglia nautiche.

Scommetto che con gli ultimi due non immaginavi fosse possibile! E bene si, negli ultimi anni, questi tipi di pellegrinaggio stanno prendendo sempre più piede.

Sono sempre di più, ad esempio, le strutture che mettono a disposizione box per il ricovero di cavalli. È scontato dire che, per intraprendere il cammino in questo modo, devi avere un buon allenamento ed una buona conoscenza preliminare dell’animale.

Lo stesso, ovviamente, vale per il kayak. Tanto allenamento!

 

Recuperare la credenziale

La credenziale è il passaporto del pellegrino. Un documento nominativo che ti sarà indispensabile per essere ospitato nelle “albergues” (ostelli), ad un prezzo vantaggioso.

Ad ogni tappa riceverai un “sellas” (timbro) che sarà indispensabile per ottenere la Compostela (il diploma del pellegrino).

Puoi richiederla o all’inizio del Cammino che scegli di compiere, oppure durante il tragitto nelle parrocchie.

Se non vuoi perdere tempo, puoi richiederla già dall’Italia e fartela spedire a casa richiedendola alla confraternita di San Jacopo di Compostela di Perugia attraverso il modulo di richiesta.

 

Preparazione ed equipaggiamento

Per organizzare il tuo Cammino di Santiago, ovviamente, dovrai procurarti con anticipo tutto l’equipaggiamento di cui avrai bisogno durante il tragitto.

Ti consiglio di farti una lista dell’occorrente già qualche mese prima, così ricorderai tutto senza tralasciare nulla.

  1. Comincia dalle scarpe (in questo articolo ti aiuto a sceglierle). Dovrai testarle subito, solo così eviterai brutte sorprese! Poi non dimenticare un altro elemento fondamentale: i calzini. (quando verrà pubblicato vorrei inserire link)
  2. Controlla i tuoi documenti! Accertati che non ce ne sia di scaduti. Soprattutto in questo periodo di covid, informati sulle normative riguardo la documentazione da avere ed eventuali tamponi pre e post-partenza.
  3. Acquista la tua “seconda casa”: lo zaino. È fondamentale che tu lo scelga bene (ti aiuto in questo articolo). Qui dovrai far entrare tutto l’indispensabile per il tuo periodo di pellegrinaggio.
  4. Recupera le piccole, ma indispensabili cose come il kit medico, sacco a pelo, protezione solare, occhiali da sole, guida del cammino ecc.

zaino, cappello, scarpe da trekking e carta geografica poggiati su prato verde - organizzare cammino di santiago

 

Preparazione fisica

Fa parte dell’organizzazione del Cammino di Santiago, anche quella fisica. Fondamentale è che tu riesca ad arrivare al giorno della partenza pronto per affrontare la miriade di km che ti aspettano con tutta la forza e la resistenza che ti occorrerà.

Se vuoi scoprire come prepararti al meglio per affrontare il Cammino di Santiago leggi questo articolo.

 

Conclusioni su come organizzare il Cammino di Santiago

Se sei arrivato fino alla fine di questo articolo direi proprio che ora sei in possesso di tutte le conoscenze per organizzare alla perfezione il tuo Cammino di Santiago.

Spero che questo mio articolo ti sia stato utile, se così fosse lascia un commento qui sotto, ma soprattutto fammi sapere se hai altri consigli o suggerimenti da darmi e dare alla community di Diventa un Viaggiatore.

 

Ma aspetta! Se sei arrivato fin qui voglio farti un regalo: scarica il nuovo CORSO 100% GRATUITO “Da zero a viaggiatore esperto”.

In questo corso totalmente gratuito, troverai tutti i consigli che ti servono per diventare un vero abile viaggiatore!

Tutti i trucchi per viaggiare a costo quasi 0, prenotando i migliori alloggi e voli, e tanti consigli su come organizzare la tua prossima avventura sono qui a portata di mano.

Che aspetti! SCARICALA SUBITO!

Inoltre per rimanere sempre aggiornati

Iscriviti alla pagina Facebook Diventa un Viaggiatore

Oppure al canale Youtube Instagram

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui