Reykjavik: cosa Vedere e cosa Fare nei Dintorni

Reykjavik cosa vedere? Reykjavik è la città più grande dell’Islanda e capitale dell’isola. È centro culturale, politico ed economico, ospita le maggiori facoltà universitarie ed ha 120mila abitanti.

Si trova nella parte sud-occidentale, nel golfo di Faxaflòi ed è bagnata dall’Oceano Atlantico. Si pensa sia stato il primo insediamento permanente dell’isola, intorno all’anno 870 d.C. circa.

Il suo nome può essere tradotto “baia fumosa”, per via dell’attività geotermale che circonda la città e l’isola in generale.

Reykjavik ha visto un incremento del turismo notevole in questi ultimi anni, come anche tutta l’isola. Scopri cosa vedere a Reykjavik e cosa fare nei suoi dintorni in questo articolo.

 

Cosa Vedere a Reykjavik

Reykjavik è una città tutta da scoprire, piena di attrazioni, cose da vedere e da non perdere assolutamente se visiti l’Islanda.

Qui di seguito ti svelo cosa devi assolutamente visitare:

 

Chiesa di Hallgrim

Hallgrímskirkja, o chiesa di Hallgrim è una delle cose da più importanti da vedere a Reykjavik.

Questa chiesa, con i suoi 75 metri di altezza, presenta una facciata con lunghe colonne che corrono verso il cielo. Esse ricordano le colonne di basalto che sono tipiche della conformazione dell’Isola.

L’interno, invece, è molto essenziale e spoglio. Imperdibile è l’organo a 5275 canne che d’estate è il protagonista di numerosi concerti.

Non perderti la vista sulla città dal campanile. (Biglietto adulti 400 Ikr).

facciata della chiesa di Hallgrímskirkja con colonne lunghe e slanciate che vanno verso il cielo. Cielo sullo sfondo nuvolo - Reykjavik cosa vedere

 

Harpan Concert Hall

Harpan è una sala concerti e centro congressi della città e si trova nella zona del vecchio porto.

Dalla facciata vetrata ed estremamente moderna, non puoi perderti questa meraviglia dell’architettura se visiti Reykjavik.

È simbolo della ripresa dalla crisi finanziaria del 2008.

Ti consiglio di visitarlo di sera: la sua facciata viene illuminata da luci colorate, con riflessi mozzafiato, ottimi per scatti favolosi.

struttura moderna con vetri e forma irregolare su piazza - Reykjavik cosa vedere

 

Sun Voyager

Questa statua essenziale e moderna, realizzata in ferro, si trova nella baia Faxaflói.

La forma stilizzata rappresenta una barca vichinga ed è considerata una nave-sogno, cioè la promessa di speranza della scoperta di terre nuove.

L’artista Jon Gunnar Arnason, con questa opera, ha voluto anche rendere omaggio al sole, come dice il nome.

Statua in ferro stilizzata che ricorda una barca vichinga. Sullo sfondo baia di Reykjavik e cielo nuvoloso azzuro

 

Lago Tjörnin

È uno degli scorci più belli della capitale.

Questo grande stagno urbano è amatissimo dagli abitanti di Reykjavik. Oltre a passeggiate lungo le sponde, vengono a dare da mangiare alle oltre 40 specie di uccelli differenti che abitano nelle sue acque.

D’inverno, invece, è completamente ghiacciato, se non nel punto dove sgorga l’acqua. Le autorità islandesi, preoccupate della sorte dei volatili, hanno deciso di riversare acqua calda nel lago per mantenere una parte scongelata e permettere agli uccelli di stanziare li.

cigni e papere su specchio d'acqua. In lontananza acqua ghiacciata e case colorate basse a due piani

 

Museo Marittimo Viking

Se vuoi veramente capire la cultura e la storia degli abitati d’Islanda, devi assolutamente visitare questo museo.

Si trova nella zona del porto vecchio della città di Reykjavik.

All’interno, con numerose foto e filmati, vi sono testimonianze della vita dei pescatori di un tempo; la storia della pesca alla balena e la “guerra del Merluzzo” che gli islandesi ebbero contro gli inglesi.

Imperdibile è il vascello Ódin. Visitabile solo con un tour guidato, potrai camminare all’interno di questa meraviglia che prese parte alla guerra del merluzzo.

facciata del museo marittimo di Reykjavik costruito con vetrate e ferro battuto - cosa vedere a Reykjavik

 

Perlan

Il Perlan, è un edificio ultramoderno, assolutamente da vedere nella città di Reykjavik.

Ospita al suo interno il Viking Saga Museum, che ricrea la vita e la storia del popolo islandese per oltre un millennio.

Dopo la visita al museo, potrai gustarti un ottimo pasto al ristorante panoramico che si trova in cima alla cupola.

Da qui puoi osservare tutto lo skyline della città di Reykjavik.

Struttura moderna in lastra d'acciaio e vetri con due strutture cilindriche ai lati ed una porta nel centro dell'immagine. Perlan - Reykjavik cosa vedere

 

Laugavegur

È una della vie più antiche della città ed assolutamente da vedere a Reykjavik.

Il nome Laugavegur, significa “via dell’acqua”, perché qui anticamente le donne passavano per andare alle sorgenti delle città, dove lavavano i panni.

Oggi è una delle vie più importanti per lo shopping.

Imperdibile è il tratto dipinto ad arcobaleno (fatto per il Pride e divenuto permanente), con sfondo la Hallgrímskirkja.

strada dipinta a strisce arcobaleno che corrono lungo l'orizzonte. Ai lati alberi e palazzi; sullo sfondo la chiesa di Reykjavik

 

Museo Fallologico Islandese

Estremamente insolito ma allo stesso tempo folkloristico, è il museo fallologico Islandese. Si hai letto bene!

Al suo interno potrai osservare ben 209 esemplari di organo maschile di specie diverse come: quello di squalo, cetacei, foche, orsi polari ed anche udite, udite: di uno gnomo!

Cosa vedere nei dintorni di Reykjavik

Blue Lagoon

Le Blue Lagoon sono le terme più famose e rinomate di tutta l’Islanda.

Si trovano fuori della città di Reykjavik, a metà strada con l’aeroporto di Keflavik.

Se non hai un auto, raggiungerle sarà possibile grazie alle numerose navette o in bus.

Questa grandissima piscina di colore azzurro, con intensi vapori che salgono al cielo, in realtà è di costruzione artificiale.

Le acque geotermali vengono convogliate in questa piscina dalla centrale vicina.

Se vuoi rilassarti e soprattutto scaldarti dopo una lunga giornata islandese, la Blue Lagoon è il posto giusto.

ringhiera di scalinata che va dentro l'acqua della piscina termale Blue Lagoon in Islanda. In lontananza persone e fumo che sale

 

Golden Circle

Il Golden Circle è il percorso più popolare del sud dell’Isola e copre circa 300 km partendo proprio da Reykjavik.

Si toccano le maggiori attrazioni come il cratere vulcanico di Kerid (circa 1 ora di macchina da Reykjavik), l’area geotermica del Geysir (1 ora e 30), la cascata Gullfoss (1 ora e 40) e il Parco Nazionale Thingvellir.

Quest’ultimo dista solo 45 minuti di macchina dalla capitale, ed è il primo parco nazionale d’Islanda e patrimonio UNESCO, famoso è il punto d’incontro della dorsale Medio Atlantica.

Vista dall'alto della spaccatura della dorsale Medio Atlantica, con canyon di rocce ed erba verde tra di esse - Reykjavik cosa vedere

 

Prezzi di Reykjavik

Reykjakik, è una città molto cara, come tutte le città del Nord Europa.

Nonostante faccia parte della comunità Europea, Reykjakiv è dotata della sua moneta ufficiale che è la Corona Islandese.

1 euro equivale a 141,40 isk.

Gli alloggi a Reykjavik sono molto costosi, per un ostello puoi spendere circa 45 € a notte; invece se vuoi qualche comfort in più per un hotel i prezzi partono dagli 82 € circa in su.

Per un pasto al fast food puoi spendere per un menu circa 14 €; invece al ristorante per due persone, un pasto composto da tre portate puoi arrivare a spendere fino a 99 €. Una birra invece 3,10 €.

Per la colazione un cappuccino costa 4,20 € ed un caffè espresso 2,90 €.

Reykjavik, anche se visitabile interamente a piedi, è comunque ben collegata da mezzi pubblici, un biglietto di sola andata costa € 3,50.

Se invece vuoi sportati in automobile, il noleggio di una economica è di € 128. Un litro di benzina invece è di 1,80 € al litro.

Visitare Reykjavik e l’Islanda in generale è assai costoso.

Quindi prima di partire e programmare qui la tua avventura, ti consiglio di mettere in conto del budget extra per essere preparato ad ogni evenienza.

Può tornarti utile questo articolo: 10 consigli su come risparmiare soldi per un viaggio oppure: Viaggiare low-cost: 26 tips su come risparmiare in viaggio.

 

Dove alloggiare a Reykjavik

Se vuoi visitare la città Reykjavik, goderti lo shopping e le serate tra pub e ristoranti, il suo centro è l’opzione perfetta.

Se invece, il tuo programma è quello di visitare i dintorni e le meraviglie che l’isola ha da offrire, puoi scegliere la periferia della città.

Questa ultima opzione ti darà la possibilità di risparmiare un po’ di budget.

vista dall'alto della città di Reykjavik con tetti colorati e case bianche

 

Come raggiungere Reykjavik

La città di Reykjavik, è servita dall’aeroporto di Keflavik, che si trova a circa 50 km di distanza.

Visto l’intensificarsi del turismo, sono sempre di più le compagnie aeree che offrono voli diretti in questo aeroporto.

La soluzione più comune, però, è quello di fare scalo in una delle maggiori città del Nord Europa e poi raggiungere l’aeroporto di Keflavik.

Per raggiungere Reykjavik, puoi prendere uno dei tanti bus pubblici o privati che collegano l’aeroporto al centro città in circa 45 minuti / un’ora.

 

Sistemi di trasporto a Reykjavik

La città di Reykjavik è ottimamente servita da mezzi di trasporto pubblico.

Il principale tipo sono gli autobus che contano una trentina di linee circa, e sono sufficienti a coprire tutta la superficie della città e della periferia.

In genere passano con una frequenza di 15/20 minuti.

Circolano tutti i giorni dalle 6:30 all’1:00; nei week-end i notturni dalle 1:00 alle 4:30 circa (€6,60 circa a corsa).

 

Cosa mangiare a Reykjavik

Ora che conoscile le cose da vedere a Reykjavik, non ti resta che scoprire cosa devi assolutamente mangiare!

Eccoti la lista:

 

Hákarl

Se sei in Islanda devi assolutamente provare l’hákarl, ma ti avverto: devi essere forte di stomaco!!

Ti spiego: hákarl, non è altro che carne di squalo putrefatto. Si hai letto bene!

La carne di squalo non è commestibile perché contiene ammoniaca, quindi prima di essere consumata, deve subire qualche processo.

Viene messa a marcire sotto terra in delle casse di legno per circa tre mesi, dopo di che per altri mesi viene appesa all’aperto e fatta essiccare.

Tu la mangeresti? Io l’ho fatto 😉

pezzi di carne di squalo tagliati a cubetti in una confezione di plastica cilindrica e poggiati su tavolo di legno

 

Svið

Altro piatto per stomaci forti è la svið, ossia la testa di agnello.

Viene spaccata in due e cotta alla brace, servita con patate o purè.

Può essere anche bollita e consumata fresca, oppure conservata in salamoia.

 

Hangikjöt

A Reykjavik, ed in Islanda in generale, amano tantissimo l’agnello, e questo è uno dei piatti più tradizionali che spesso viene associato al Natale.

Questa pietanza è composta da carne di agnello affumicata, che viene servita con patate o purè, piselli, besciamella o frittelle di segale.

carne di agnello servita con patate piselli e carote su piatto bianco

 

Kjötsúpa

È una gustosissima zuppa, ottima per scaldarsi dopo una lunga e fredda giornata islandese.

Composta da carne di agnello, patate e carote.

piatto nero con zuppa al pomodoro di carne di agnello con cucchiaio all'interno e fette di pane al lato - Reykjavik cosa vedere

 

Fiskisúpa

Per gli amanti delle zuppe, la Fiskisúpa è imperdibile qui a Reykjavik.

A base di pesce come merluzzo, salmone, o ancora più tipica di aragosta, è servita con sugo di pomodoro, prezzemolo, cipolla e spesso anche gamberetti.

Davvero da leccarsi i baffi!! Quasi come tutti i piatti è accompagnata da pane di segale.

piatto con zuppa con filetti di merluzzo, in ciotola bianca su tavolo di legno

 

Pylsur

Se sei amante dello street-food, devi assolutamente provare il pylsur.

Non è altro che il classico hot dog, ma fatto con l’immancabile carne di agnello.

Puoi trovare anche la variante con carne di aragosta.

Primo piano di wurstel in panino con ketchup e mayonese, su tovagliolo di carta sorretto da una mano - Reykjavik cosa vedere

 

Skyr

Se ami lo yogurt devi mangiare lo Skyr!!

Attenzione: se hai provato un tipo commerciale qui in Italia, sappi che non ha nulla a che vedere con quello originale!

La ricetta originale dello skyr, nasce come formaggio cremoso, infatti la sua consistenza densa ed acidula ricorda tutto il gusto di uno spalmabile.

Viene servito con frutti di bosco o miele. Puoi mangiarlo a colazione, come dessert, o addirittura come sostitutivo di un pasto.

skyr, yogurt in bicchiere trasparente con fragole, mirtilli e granola, poggiati su tovaglietta bianca piegata a tavolo legno

 

Àstarpungar

Tipico dolce islandese a forma di palline fritte, composte da uvetta e cardamomo, spesso servite con gelato.

Letteralmente vuol dire “palle d’amante” e la leggenda da cui sono nate è davvero buffa.

Un uomo, dopo aver trovato sua moglie con l’amante, decise di recidergli i testicoli, friggerli e servirli come dessert all’insaputa della sua infedele moglie.

palline fritte e ricoperte di zucchero avelo e gelato bianco con topping giallo. Poggiate su piatto grigio scuro

 

Dove mangiare a Reykjavik

Se vuoi provare tutti i sapori imperdibile della cucina islandesi qui a Reykjavik, devi assolutamente mangiare a: Reykyavik Kitchen, oppure ad Old Iceland Restaurant.

Se invece vuoi spendere poco, ma desideri non perderti tutta la tradizione islandese, puoi mangiare a: Braud & CO ottimo per i dolci e come panificio, oppure a 101 Reykjavik street Food.

 

Clima e periodo migliore per visitare Reykjavik

Sul tema clima, qui a Reykjavik ed in Islanda, potremmo aprire un capitolo intero e non venirne a capo.

Partiamo col dire che il clima in Islanda in inverno, non è mai eccessivamente freddo (massimo durante l’anno scende a -15). Questo perché l’isola è investita dalla corrente “calda” del golfo.

C’è da dire però che è il vento a far da padrone! Le raffiche raggiungono velocità mai viste da nessuna altra parte, capaci di buttarti a terra o farti cappottare l’auto.

Allo stesso modo, tutto questo vento è il responsabile del cambio repentino di meteo. Un vecchio detto islandese dice: “se il tempo qui in Islanda non ti piace, attendi 5 minuti”.

Per la sua latitudine, però, le ore di luce disponibili in inverno, sono davvero ridotte. Ma questo gioca a vantaggio per la caccia all’aurora boreale.

In estate, invece, potrai assistere al sole di mezzanotte. Mentre le temperature sono assai piacevoli, intorno ai 15/20 gradi massimo.

Il mio consiglio su quando visitare Reykjavik e l’Islanda in generale è: parti quando puoi!

Scegliere una stagione più tosto che un’altra, sarebbe davvero riduttivo. L’Islanda è una terra selvaggia, che va vissuta e conosciuta a fondo, perché in ogni stagione saprà regalarti qualcosa di unico.

cielo notturno con aurora verde e viola. In basso a destra profilo di montagna - Reykjavik cosa vedere

 

Consigli su come risparmiare a Reykjavik

Reykjavik, come già detto è molto costosa, ma posso svelarti dei trucchi per risparmiare qualche soldo durante la tua visita.

Il primo ed il più importante è che: ovunque andrai troverai acqua potabile gratis!

Ebbene si, l’Islanda è ricca di acqua, quindi troverai fontanelle (soprattutto all’aeroporto) pronte ad aspettarti.

Anche nei ristoranti, la prima cosa che faranno appena ti siedi, è offrirti acqua fresca naturale. Quindi puoi fare a meno di ordinare bevande se lo desideri.

Il secondo trucco, ed anche quello più ovvio, è fare qualche pasto nei super market.

Ce ne sono svariati, aperti fino a tarda notte, qui troverai tantissime varietà di cibi pronti, frutta e verdura.

N.B.: qui i contanti sono quasi ormai in disuso! Tutto è pagabile con carta di credito, persino il caffè al bar.

Il mio consiglio è: evita di cambiare soldi nella valuta locale, così risparmierai il tasso di cambio.

Inoltre utilizza una carta ricaricabile che abbia il cambio di valuta più basso di tutti!

Leggi: Migliori Carte per viaggiare in Europa e nel Mondo

 

Quanto tempo rimanere a Reykjavik

Quanto tempo rimanere a Reykjavik, è davvero soggettivo e legato soprattutto a quello che decidi di fare durante la visita all’isola.

Sicuramente se sei a Reykjavik, dubito che rimarrai solo qui, sono sicura che andrai alla scoperta delle bellezze naturali che ci sono nei dintorni.

Comunque, per la visita delle città, diciamo che un paio di giorni sono sufficienti, ovviamente includendo la visita a tutte le attrazioni.

Se invece vuoi esplorare anche i dintorni di Reykjavik come punto di appoggio, devi partire da un minimo di 5/6 giorni.

vista da lontano della città di Reykjavik, con sfondo ghiacciaio - Reykjavik cosa vedere

 

Itinerario Reykjavik

Giorno 1: visita alla città, facendo il giro del centro passando per Laugavegur, poi la chiesa di Hallgrímskirkja, il Sun Voyager ed Harpan. Pomeriggio visita al museo Marittimo Viking. La sera, passeggiata sul lago Tjörnin.

Giorno 2: visita al museo Fallologico, pranzo e visita al Perlan. Shopping per le vie del centro.

Se vuoi dedicarti alla visita dei dintorni di Reykjavik, ti consiglio di allungare il tuo itinerario così:

Giorno 3: giornata dedicata al Golden Circle.

Giorno 4: giornata dedicata al relax alla Blue Lagoon.

 

Conclusioni su cosa vedere a Reykjavik

Se sei arrivato fino alla fine di questo mio articolo, vuol dire due cose: o che sei innamorato dell’Islanda, o ti ho fatto venir voglia di scoprire questa magnifica Isola 😀

Ora non hai più scuse, sai davvero tutto su Reykjavik e cosa vedere e non ti resta che programmare il tuo viaggio qui.

Se hai domande, curiosità, o vuoi invece aggiungere qualche consiglio, lascia un commento qui sotto.

 

Ma aspetta! Prima di andare voglio farti un regalo: scarica il nuovo CORSO 100% GRATUITO “Da zero a viaggiatore esperto”.

In questo corso totalmente gratuito, troverai tutti i consigli che ti servono per diventare un vero abile viaggiatore!

Tutti i trucchi per viaggiare a costo quasi 0, prenotando i migliori alloggi e voli, e tanti consigli su come organizzare la tua prossima avventura sono qui a portata di mano.

Che aspetti! SCARICALA SUBITO!

Inoltre per rimanere sempre aggiornati

Iscriviti alla pagina Facebook Diventa un Viaggiatore

Oppure al canale Youtube

Instagram

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui